Tra la metà degli anni settanta e la metà degli anni novanta, Commodore International Ltd. vende decine di milioni di personal computer in tutto il mondo con il marchio "Commodore" ed è una delle principali case produttrici di computer artefici della cosiddetta "alfabetizzazione informatica di massa" 

Tra i computer più celebri della Commodore International Ltd. vi sono il Commodore PET, il Commodore VIC-20, il Commodore 16, il Commodore 64 e l'Amiga 500. Celebre anche il suo logo: la lettera "C" affiancata da una bandierina rossoblu (indicata nel linguaggio scritto con "C="). Tutt'oggi Commodore International Ltd. detiene il record del computer più venduto della storia, il Commodore 64, venduto in tutto il mondo in oltre 17 milioni di esemplari

COMMODORE 64 

Ad appena un anno di distanza dalla nascita del VIC-20, viene introdotto il Commodore 64, suo successore naturale. Questa macchina è caratterizzata soprattutto da una grande capacità di memoria e dall'introduzione di nuovi processori dedicati alla grafica e al suono. La flessibilità di questi processori, unita alla possibilità di far girare programmi di dimensioni consistenti, garantiranno al Commodore 64 una longevità senza paragoni, rendendolo lo home computer più venduto di tutti i tempi: circa 22 milioni di esemplari.

L'enorme successo del Commodore 64 impedisce di fatto alla Commodore, negli anni successivi, di vendere dei nuovi modelli di home computer. Il lancio della serie 264 nel 1984, composta da Commodore 16Commodore 116 eCommodore Plus 4, incompatibili con il Commodore 64, si rivela un fallimento, mentre il Commodore 128, introdotto nel 1985, ottiene qualche risultato solo grazie ad una speciale modalità che assicura piena compatibilità con il Commodore 64.

 

COMMODORE AMIGA 500

 

Commodore Amiga 500 o Commodore A500[2] (abbreviazioni comuni: "Amiga 500", "A-500", "A500", "500"; nome in codice: "Rock Lobster") è un home computer della Commodore Business Machines Inc. basato sulla piattaforma informatica Amiga e commercializzato tra il1987 e il 1992 in vari Paesi del mondo tra cui l'Italia.Diretto discendente dell'Amiga 1000 verso cui mantiene compatibilità software, l'Amiga 500 è stato presentato assieme all'Amiga 2000 l'8 gennaio 1987 all'International Winter Consumer Electronics Show (8-11 gennaio 1987 - Las Vegas Convention Center - Las Vegas, Nevada,USA). In Italia l'Amiga 500 è stato commercializzato dal maggio 1987 al dicembre 1992 inizialmente con un prezzo di lancio di 1.121.000 lire[3](listino Commodore Italiana S.p.A.).[4]Una versione potenziata dell'Amiga 500, l'Amiga 500 Plus, è stata commercializzata dal 1991 al 1992. Entrambe le versioni sono state soppiantate da Commodore International Ltd. con l'Amiga 600 e l'Amiga 600HD, commercializzate a partire dall'aprile 1992.

COMMODORE AMIGA 600

 

Il Commodore Amiga 600 o Commodore A600[1] (abbreviazioni diffuse nel linguaggio comune: "Amiga 600", "A-600", "A600", "600"; nome in codice: "June Bug") è un home computer della Commodore Business Machines Inc.basato sulla piattaforma informatica Amiga e commercializzato in vari Paesi del mondo tra cui l'Italia.

Diretto discendente dell'Amiga 500 e dell'Amiga 500 Plus, l'Amiga 600 è stato presentato nel marzo 1992 al CeBIT (HannoverGermania) e commercializzato dall'aprile 1992 al 1993 inizialmente con un prezzo di lancio di 802.800lire (listino italiano)[2] abbassato il 1º ottobre 1992 a 530.000 lire in vista dell'imminente commercializzazione del Commodore Amiga 1200.

L'Amiga 600 fu prodotto per rivitalizzare le vendite della linea "low consumer" (a cui appartenevano l'Amiga 500 e l'Amiga 500 Plus) prima della commercializzazione del più evoluto Amiga 1200, riducendo nel contempo i costi di produzione  in modo da incrementare i profitti. La linea "high consumer" all'epoca era dominata invece dai fratelli maggiori Amiga 3000 e Amiga 3000T.

L'Amiga 600 fu il primo computer Amiga ad essere prodotto nel Regno Unito. La fabbrica era a Irvine, in Scozia. Il primo esemplare prodotto (numero seriale "1") era tenuto dal direttore generale della filiale britannica di Commodore International nel proprio ufficio.

N.B NON PRESENTE COME EMULAZIONE.

AMIGA CD

 

l Commodore Amiga CD32, comunemente chiamato Amiga CD32, o anche semplicemente CD32, è una console per videogiochi della Commodore International basata sulla piattaforma informatica Amiga.

L'Amiga CD32 è stata presentata il 16 luglio 1993 al Museo della Scienza di Londra e commercializzata dal settembre 1993 fino al fallimento di Commodore International nell'aprile 1994 ottenendo un discreto successo commerciale, anche se non sufficiente ad evitare il fallimento di Commodore International, navigante in cattive acque già da qualche tempo. Fino alla commercializzazione della Sony PlayStation, iniziata nel dicembre 1994, l'Amiga CD32 è stata infatti la console utilizzante il CD-ROM come supporto di memoria per i videogiochi più venduta al mondo surclassando tutte le rivali dell'epoca.[senza fonte] Il fallimento di Commodore International e la commercializzazione di nuove console più performanti, in particolare della PlayStation, ne decretò però un rapido declino.

Insieme al precedente Commodore CDTV (del quale è in grado di leggere gran parte del software su CD-ROM per esso sviluppato), l'Amiga CD32 rappresenta il tentativo di Commodore International di conquistare uno spazio nel settore dell'elettronica di consumo non strettamente legato all'informatica.